La chiesa di Santa Marina Vergine di Polistena dai documenti del 1586

Le informazioni dell’articolo possono cambiare con il ritrovamento di nuovi documenti. Documenti studiati dall’Associazione Culturale Domenico Rocco Guerrisi. Per informazioni scrivere all’ACDRG mail, assculturaledrguerrisi@gmail.com 

La parrocchia di Santa Marina o Duomo di Polistena, detiene i documenti più antichi e importanti della nostra cittadina. Voglio ringraziare per la cortesia, e la sua disponibilità il nostro parroco Don Pino Demasi. I documenti raccontano l’importanza della parola scritta per la nostra identità, quelli più antichi che interessano il nostro comune, sono contenuti in un volume che registra i battesimi dal 1586 al 1610 (secondo volume 1627-1695), i defunti dal 1609 al 1666 (secondo volume 1666-1730). E’ certo, però che l’origini della città è molto più antica.

.

Notizie relative alla chiesa di Santa Marina, scrive il Sacerdote Pasquale Calcaterra Canonico (1838-1934), in Monografia di Polistena ;

E’ un fatto che, a non grande distanza, esiste, in un villaggio nomato Casignana-Altanum, una piccola Chiesa a parallelogrammo, nella quale c’è un altarino ed un’immagine di Santa Marina che, nell’atteggiamento, nel crocifisso che stringe, nel libro che tiene, nel colore della veste, ritrae precisissimo le forme che ha l’icone, che descrivemmo, nella nostra Chiesa Matrice.

Dopo il terremoto del 1783; La concessione del suolo fu fatta da Giacomo III Milano ed il Comune si addossò un canone. All’estremità sud est del piano, prima di prendere la scesa Arco, fu costruita la Chiesa Matrice con prospetto terminato da cornicione ad angolo, sotto il quale l’icone della Protettrice Santa Marina. Tale Chiesa sostituì l’antica sita in Via Molino, e della quale si vedono ancora archi e muri infranti (La chiesa di Santa Marina Vergine nel quartiere della Piazza).

La vecchia Chiesa distrutta dal sisma sorgeva dopo il ponte vicino al fiume Jerapotamo, in località Mulino della Chiesa. La nuova Chiesa viene ricostruita più a monte, dall’interesse dell’ arciprete Nicola Montiglia, ad una sola navata, poi ampliata nel 1852 da due navate laterali su iniziativa dell’arciprete Francesco Zerbi e nel 1884 per opera dell’arciprete Domenico Lidonnici. Nel 1908 viene colpita gravemente dal terremoto, sul punto di venire demolita, ma grazie all’ interessamento dell’arciprete Luigi Guido e ai polistenesi, la chiesa fu sottoposta ad accurati lavori di restauro, che durarono due anni  (dal 1930 al 1932), che consentirono la sua restituzione ai sui cittadini il 28 febbraio del 1932.

Dal libro dei battesimi siamo informati che nel 1586 furono successivamente parroci;

  • Sigismondo Mangeruga (1573-1586)
  • Giuseppe Ragonesi (1586-1609)
  • Giovan Francesco Marafioti (1609-1638)
  • Vincenzo Luccisano (1638-1647)
  • Giuseppe Palermo (1647-1659)
  • Giovan Matteo Romeo (1659-1661)
  • Giulio Cesare Marafioti (1661-1667)
  • Francesco Marafioti (1667-1682)
  • Scipione Contestabile Milano (1682-1688)

Firme dei parroci dal 1586 al 1688

Giuseppe Ragonesi-Ragonisi parroco della chiesa Matrice dal 1586 al 1609.

.

Giovan Francesco Marafioti parroco della chiesa Matrice dal 1609 al 1638.

Vincenzo Luccisano parroco della chiesa Matrice dal 1638 al 1647 .

Giuseppe Palermo parroco della chiesa Matrice dal 1647 al 1659.

Giovan Matteo Romeo parroco della chiesa Matrice dal 1659 al 1661.

Giulio Cesare Marafioti parroco della chiesa Matrice dal 1661 al 1667.

Francesco Marafioti parroco della chiesa Matrice dal 1667 al 1682.

Scipione Contestabile Milano parroco della chiesa Matrice dal 1682 al 1688.

  • Francesco Giacomo Rovere (1688-1728)
  • Giuseppe Rovere (1728-1760)
  • Antonio Longo (1760-1761)
  • Francesco Francone (1761-1779)
  • Nicola Antonio Montiglia (1783-1818)
  • Rosario Prenestino (1819-1822)
  • Francesco Zerbi (1823-1831)
  • Michelangelo Guerrisi (1832)
  • Francesco Zerbi (1832-1868)

Firme dei parroci dal 1688 al 1868

Francesco Giacomo Rovere parroco della chiesa Matrice dal 1688 al 1728.

Giuseppe Rovere parroco della chiesa Matrice dal 1728 al 1760.

Antonio Longo parroco della chiesa Matrice dal 1760 al 1761.

.

Francesco Francone parroco della chiesa Matrice dal 1761 al 1779.

1777 documento don Domenico Guido.

Nicola Antonio Montiglia parroco della chiesa Matrice dal 1783 al 1818.

La chiesa di Sant’Atenogene di TritantiLa chiesa di San Michele Arcangelo di CinquefrondiLa chiesa Matrice di Polistena distrutta dal terremoto del 1783Don Antonino Guerrisi Arciprete di Radicena e il suo vecchio timbro/sigillo

Il signor Francesco Guerrisi proprietario e la signora Francesca Politi del 1735 di Maropati-TritantiIl sig. Francesco Guerrisi sindaco di Tritanti dal 1822 al 1830

Agostino Guerrisi e il mulino di Melicucco di Polistena del 1774

Rosario Prenestino parroco della chiesa Matrice dal 1819 al 1822.

Matrimonio celebrato da don Michele Angelo Guerrisi nella chiesa di Santa Marina nel 1832.

Arciprete don Michele Angelo Guerrisi 1799 di Polistena-MelicuccoIl sig. Michele Angelo Guerrisi del 1811 di Polistena

Don Petro-Pietro Guarrisi-Guerrisi di Polistena anno 1629

Il Sacerdote don Nicola Guerrisi (1768-1827) di Polistena

Francesco Zerbi parroco della chiesa Matrice dal 1823 al 1868.

Firme dei parroci dal 1869 al 2022

  • Domenico Lidonnici (1869-1889)
  • Francesco Grio (1889-1890)
  • Domenico Rodinò Toscano (1890-1926)
  • Luigi Guido (1926-1957)
  • Francesco Luzzi (1957-1971)
  • Rocco Jaria (1971-1972)
  • Giovanni Amendolia (1972-1984)
  • Giuseppe Demasi (1984-presente)

Domenico Lidonnici parroco della chiesa Matrice dal 1869 al 1889.

.

Francesco Grio parroco della chiesa Matrice dal 1889-1890

Domenico Rodinò Toscano parroco della chiesa Matrice dal 1890 al 1926.

La chiesa della Trinità di Polistena e la reliquia sacra di San Generoso Martire

Luigi Guido parroco della chiesa Matrice dal 1926 al 1957.

Mons. Giuseppe MorabitoMonsignor Luigi Guido parroco del Duomo di Santa Marina Vergine per ben trentuno anni (1926-1957).

Atto di morte di Mos. Luigi Guido 1957 chiesa Matrice. Don Eugenio AnileSac. Can. Don Andrea Gambardella 1910-1968.

.

Francesco Luzzi parroco della chiesa Matrice dal 1957 al 1971.

Monsignore Francesco Luzzi e l’ospizio “Opera pia San Francesco di Paola” di Polistena

. 50° Anniversario dell’ordinanza sacerdotale del nostro Canonico Don Antonio Pascale, coi confratelli e familiari. La foto si trova anche nell’opuscolo ”Il Maestro Prete del 1994”.

Don Antonio Pascale e la Chiesa di San Francesco di Paola di Polistena

Chiesa di San Francesco di Paola di Polistena

Rocco Jaria parroco della chiesa Matrice dal 1971 al 1972.

Giovanni Amendolia parroco della chiesa Matrice dal 1972 al 1984.

Giuseppe Demasi parroco della chiesa Matrice dal 1984-presente.

.

Il sottoscritto presidente dell’ Associazione Culturale Domenico Rocco Guerrisi ringrazia la parrocchia di Santa Marina Vergine.

.

1) Monografia da Altanum a Polistena, territorio degli Itali-Morgeti, libro documento 2021

2) Domenico Valensise Monografia di Polistena

3) Giuseppe Morabito Vescovo di Mileto

4) Monsignor Luigi Guido e la Chiesa di Sant’Anna

5) Don Antonio Pascale e la Chiesa di San Francesco di Paola di Polistena

6) Sac. Can. Don Andrea Gambardella 1910-1968

7) Monsignore Francesco Luzzi e l’ospizio “Opera pia San Francesco di Paola” di Polistena

Copyright © Tutti i diritti riservati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...